Fase 2 e 5 GIORNI

TEMATICO  

  • Erosione del suolo.

  • I diversi modi per rallentare e catturare l'acqua.

  • Rallenta l'acqua con piante, ciclo del carbonio e sovesci.

  • Le varie strutture da mettere in atto.

  • Keyline design (nozioni).

OBIETTIVI :

  • Stabilire una diagnosi del percorso d'acqua sulla sua terra.

  • Saper adattare le diverse tecniche da attuare secondo i propri mezzi.

  • Saper realizzare e utilizzare strumenti di rilevamento.

  • Scopri le possibili opere per rallentare, immagazzinare e infiltrare le acque di scolo.

  • Manutenzione dei percorsi, sviluppo contro il loro degrado.

  • Scoperta di sistemi agroforestali, per combattere l'erosione del suolo e la desertificazione.

Systeme_anti_érosion84.JPG

Tipi di erosione, impatto e soluzioni

Tipi di erosione, impatto e soluzioni

Programma di allenamento

  GIORNO 1- Strumenti di lettura del paesaggio

  • Dalle 9.00 alle 10.00: Valuta le potenzialità di un luogo ed estrai informazioni utili

- Igrometria, eventi eccezionali (inondazioni, temporali, tipologia di bosco e alberi, numero di incendi boschivi della zona negli ultimi 50 anni, precipitazioni annuali e periodi di pioggia, episodi di siccità, ecc... (es: mm di acqua che cadevano contemporaneamente, quantità e durata degli eventi).

  • 10:00-11:00: Osservazione del paesaggio / Raccolta di informazioni

- Estrarre le informazioni essenziali e inserirle su una mappa: Topografia, terrazza, area

  erosione, substrato roccioso, percorso, riconoscimento delle piante, fonti, struttura del suolo,

  vento prevalente, sole, pietre da costruzione, ricerca di vene d'acqua

  aree sotterranee, concave e convesse, progettazione Keyline, gestione olistica.

 

  • Dalle 11:00 alle 12:30: Organizzazione della logistica e dei lavori di sviluppo

- Tecniche antierosione: Keyline design, swales, boomerang, zaï, arboricoltura su

  linea di livello, movimento terra, piantumazione di vegetazione e copertura vegetale, montaggio di

  pietre degli indiani Hopi.

  Tutte queste tecniche hanno lo scopo di rallentare e aiutare l'acqua a infiltrarsi.

  • 14:30-17:00: osservazione del paesaggio, raccolta di informazioni, zonizzazione e picchettaggio

3 laboratori di un'ora / 3 gruppi (≈10). Ogni gruppo partecipa ai 3 workshop e avrà una tabella di marcia per guidare la raccolta delle informazioni.

 

- Topografia: prendi le linee di livello e segna i punti:

  3 pers. con bussola egiziana, 4 pers. al livello dell'acqua e 3 pers. a livello laser.

 

- Zonizzazione: raccolta di informazioni generali, passeggiata, osservazione del terreno, posizione sul

  pianificare, i percorsi dell'acqua, trovare le tracce e le linee di erosione, annotarle in ordine

  importanti (piccolo, medio, grande).

 

- Vegetazione: aree boschive, coperte ombreggiate, umide, pieno sole, ecc. Valutazione

  m² di ogni area, ricerca delle materie prime disponibili (pietra, legno morto, ecc.), riconoscimento delle piante, erbario della zona.

  • 17:00-18:00: Fine della giornata

- Debriefing, scambio .

GIORNO 2 - Progettazione dell'area

  • dalle 8:30 alle 9:00:  

- Spiegazione e organizzazione di ogni gruppo.  

  • dalle 9.00 alle 10.00:  

- Adattare le strutture antierosione al suo terreno, valutazione della loro dimensione e numero

  di opere da realizzare.

- Stima delle opere per struttura.
- Ruolo delle piante: insediamenti, quali tipologie? Come mai ? Come? "O" Cosa?

 

  • dalle 10:00 alle 12:30:  

- Circolazione delle vene d'acqua sotterranee, zone concave e convesse, concetti Keyline

  Design (Darren Doherty) e management olistico (Allan Savary).

  • 14:30-17:00: Lavoro di gruppo

- Predisposizione di barriere impiantistiche antierosione sulla linea di livello.

- Introduzione alla geobiologia, ricerca delle vene d'acqua con bacchette da rabdomante.

  • 17:00-18:00: Fine della giornata

- Debriefing, scambio.

GIORNO 3 - Organizzazione della zonizzazione

​​

  • 9:00-11:00: Lavoro pratico

- Pianificare le aree del terreno.

 

  • Dalle 11:00 alle 12:30: Lavoro pratico

- Picchettamento:  Traccia la linea di livello delle aree da sviluppare, trova i luoghi delle risorse

  (pietra, sabbia, argilla).

  • 14:30-15:00: Lavoro pratico

- Picchettamento (continua): Traccia la linea di livello delle aree da sviluppare, trova i luoghi

  risorse  (pietra, sabbia, argilla).

  • 15:00-17:00: Lavoro pratico

- Segnare le linee d'acqua, i thalwegs, valutarne le dimensioni, definire i materiali, il tempo,

  risorse umane necessarie.

  • 17:00-18:00: Fine della giornata

- Debriefing, scambio.

GIORNO 4 - Realizzazione di corridoi vegetali

​​

  • dalle 9:00 alle 10:00

- Posizionare sulla planimetria le eventuali strutture da porre in essere.

- Scelta delle tecniche in funzione dei materiali in cantiere e delle dimensioni delle opere da realizzare

  strumento.

 

  • dalle 10:00 alle 12:30  

- Tracciare i corridoi arborei, preparare l'elenco delle specie (a monte), preparare le buche,

  compost, attrezzi, semi da sovescio (trattore con scalpello, anche coltura da copertura

  che potrebbe essere necessaria una terna a seconda delle dimensioni delle strutture da realizzare).

  • 14:30-17:00: Lavoro di gruppo

- Preparare strumenti, trasportare materiali, calibrare pietre.

- Piantagione di alberi e semina di sovescio (trattore con scalpello, coltura di copertura e a

  può essere necessaria una terna a seconda delle dimensioni delle strutture da realizzare).

​​

  • 17:00-18:00: Fine della giornata

- Debriefing, scambio.

GIORNO 5 - Lancio delle strutture antierosione

​​

  • dalle 9:00 alle 11:00

- Raccogliere materiali in loco.

  • dalle 11:00 alle 11:30

- Distribuzione delle squadre.

  • dalle 11:30 alle 12:30

- Inizio lavori.  

  • dalle 14:30 alle 17:00

- Rotazione delle squadre di lavoro.  

  • 17:00-18:00: Fine della giornata

- Valutazione della formazione, scambi.