top of page

  Asilo nido comunitario Imegdal

con la ONG  "Fondazione della diversità globale"

Obiettivo del progetto

Come reintegrare la tutela delle piante spontanee, partecipare alla loro reintroduzione, trasmettere le tradizioni di conoscenza sulla farmacopea locale?  

  • Creazione di un asilo nido: formazione  alla coltivazione, talea e riproduzione delle piante  aromatico e medicinale.
     

  • Consapevolezza della trasformazione delle piante e del loro uso "antica farmacopea".
     

  • Programma per salvare e piantare piante selvatiche: le ragazze prendono  a casa 2 piante endemiche ogni mese, le piantano nel villaggio, sensibilizzano  famiglia e comunicare sul loro uso e sui mezzi di moltiplicazione.

"Questa attività fa parte della nostra  Programma del paesaggio culturale dell'Alto Atlante  che mira a mantenere la flora e gli ecosistemi unici dell'Alto Atlante garantendo al contempo mezzi di sussistenza e benessere sostenibili per le comunità Amazigh che li gestiscono”.

@ global-diversity.org / Imegdal

Disegno
plan imegdal.jpg

Reinvestire il paesaggio selvaggio proteggendolo e partecipando a questa salvaguardia

Istituzione di un vivaio comunitario all'interno del parco naturale "Mont Toupkal" per la produzione di piante endemiche e alberi da frutto locali per il rimboschimento di 28 Douar (villaggio) del parco naturale:
 

  • Progettazione dell'area, implementazione, consulenza e strategia
    per la Fondazione Global Diversity.
     

  • Installazione in terrazza.
     

  • Preparazione di piante da magazzino per talee e semi.
     

  • Riproduzione di specie endemiche e locali del parco naturale di Toubkal.
     

  • Installazione di serre di produzione.
     

  • Installazione di frangivento.
     

  • Installazione di un'area di compostaggio.

Il progetto in immagini